Bandiera italiana Bandiera inglese Bandiera tedesca Bandiera francese Bandiera cinese Bandiera giapponese

PAGADEBIT

Se c’è un merito dei vignaioli di Bertinoro, è sicuramente quello di aver salvato un vitigno che in altro modo sarebbe scomparso come tanti vitigni minori. Il Pagadebit è uno  dei vini che fanno parte della Doc Romagna. Si ottiene dall’uva Bombino Bianco vinificata in purezza oppure con l’aggiunta di altri vitigni fino a un massimo del 15%

Di questo vino, prima di tutto, colpisce il nome. Il Pagadebit prende il suo nome dalla robustezza dei suoi acini alle avversità atmosferiche. Nelle cattive annate, male che fosse andata la vendemmia delle altre uve, lui, robusto e solido come una quercia, riusciva sempre a produrre quel tanto che permetteva al vignaiolo di pagare i debiti contratti per le spese colturali del vigneto. Infatti si era soliti stipulare concordati anche ‘sulla parola’, detti appunto ‘Pagadett’.

Le caratteristiche del terreno limitano la produzione e la vegetazione della vite, favorendo una maggior gradazione alcolica e una struttura decisamente importante. Il colore del Pagadebit è giallo paglierino con riflessi verdolini e il suo profumo ricorda essenze floreali. Vi sono diverse offerte di questa tipologia di vino: viene prodotto nelle versioni secco e amabile, sia come vino fermo sia come vino frizzante.

Dal 1990 l’azienda Celli produce il Pagadebit anche nella versione frizzante ottenendo un vino  di grande piacevolezza, fresco, con trama sottile dal profumo delicato e floreale. Si tratta di un vino frizzante ideale come aperitivo o come compagno per cene e pranzi nelle assolate estati Romagnole.

Vini prodotti: