Bandiera italiana Bandiera inglese Bandiera tedesca Bandiera francese Bandiera cinese Bandiera giapponese

Bertinoro e la Romagna.

La via Emilia, la strada romana costruita 2000 anni fa da Marco Emilio Lepido, spacca in due il territorio della Romagna: da una parte l’Appennino che sale pian piano e dall’altra una striscia di pianura che si assottiglia viaggiando verso Rimini e che lascia spazio all’Adriatico, il mare che cullò e vide fiorire l’incredibile potenza di Venezia. In questo paesaggio Bertinoro torreggia maestosamente in prima linea, un annuncio di Appennino che guarda l’azzurro dell’Adriatico e ne riceve i venti marini.

Bertinoro, un unicum in Romagna.

Bertinoro è il punto di incontro tra l’Adriatico e gli Appennini, un luogo di scambi antichi tra terra e mare.
Lo scambio comincia con quelle brezze marine che arrivano qui ad addolcire il clima, rinfrescando le estati e scaldando gli inverni, e continua nei suoli con l’eredità dello Spungone, la roccia calcarea di origine organica che si formò nei fondali bassi quando la Romagna emerse dal mare. Questa roccia, unita alla presenza di calcare attivo, regala ai vini caratteristiche uniche: tannini fitti e maturi, una nota sapida e un frutto espressivo che segna la gioventù dei sangiovese prodotti qui.

Le vigne di Celli, una collezione di caratteri.

L’azienda Celli alleva 35 ettari di vigne ed ogni vino è prodotto con le uve aziendali. L’azienda è in fase di conversione al regime biologico.
Le vigne sono disposte tutte attorno al borgo di Bertinoro e la diversità di suoli e microclimi definisce 4 diversi caratteri, una collezione utile a mettere a punto degli assemblaggi di grande equilibrio e profondamente territoriali.

La Massa, loc. Massa di Bertinoro

La Massa guarda la Valle del Savio e si caratterizza per una forte presenza di limo moderate le argille e sabbia, alti carbonati e Calcare. Corpo e struttura

Cellaimo, loc. Cellaimo

I suoli mescolano limo argille e sabbie e nascondono lo Spungone, roccia calcarea. Salinità e mineralità

Maestrina, loc. Casticciano di Bertinoro

Limo, argille e sabbie. Presenza abbondante di calcare attivo e spungone. Esposizione nord-nord-est, costanti brezze marine. Eleganza estrema ed equilibrio

Campi di Fratta, loc. Fratta Terme di Bertinoro

Argille chiare e limo, calcare abbondante e presenza di gesso. I venti dell’Adriatico incrociano qui l’aria che arriva da Monte Maggio. Freschezza e mineralità

 

Non solo vino…Bertinoro, borgo di antiche tradizioni

Bertinoro, balcone di Romagna, con vista magnifica verso il mare e la collina, è anche borgo storico che ha conservato l’antica struttura, con stradine acciottolate e scorci d’altri tempi. Il cuore di Bertinoro è la spaziosa ed elegante Piazza della Libertà, che apre da un lato sulla pianura romagnola e dall’altro vede allinearsi la Cattedrale, il Palazzo Comunale, la Torre e sullo sfondo la Colonna delle Anella. Sotto la piazza si trova il Museo Enoteca Ca de Be’, in cui fa bella mostra la Campana dell’Albana, campana in bronzo con altorilievi rappresentati le fasi della vendemmia, fusa nel 1987 in occasione del riconoscimento D.O.C.G. al vino Albana di Romagna. La Rocca millenaria che sovrasta il colle, stupendamente restaurata, è sede del Centro Universitario Residenziale dell’Alma Mater Studiorum e del Museo Interreligioso.

Dal 2011 Bertinoro è anche sede della Riserva Storica dei Sangiovese Di Romagna che conserva le migliori annate dei produttori più rappresentativi del intero territorio Romagnolo.

Bertinoro è anche benessere, infatti, immerso nel verde di tredici ettari di Parco e completamente ristrutturato nel 2008, si trova lo stabilimento termale di Fratta Terme, dove sgorgano una grande varietà di sorgenti ricche di preziosi sali minerali.

Bertinoro e la Romagna sono un giacimento di prodotti eno-gastronomici: oltre alla produzione di vini italiani pregiati, sono conosciuti ed apprezzati il “formaggio di fossa”, unico nel suo genere per caratteristiche ed aroma, lo “squacquerone” (formaggio a pasta molle), la “piadina”, il Pane Romagnolo, il “savor” (confettura di mosto d’uva con frutta di stagione: noci, pere volpine, frutta secca, fichi, frutta candita, ecc.), l’olio extra vergine di oliva. Sicuramente la produzione di vini italiani pregiati ha reso Bertinoro un centro sempre più apprezzato e conosciuto per i suoi sapori ed i suoi profumi.

Maggiori info:  visitbertinoro.com